Rimedi naturali per la secchezza intima

La secchezza vaginaleè un disturbo femminile che può causare fastidi di vario genere nella zona pelvica tra cui anche dolori durante i rapporti sessuali. Se ne può soffrire in qualsiasi momento della vita e può interessare donne di ogni età e cultura. Non è detto che si riscontri il problema solo dopo essere entrate in menopausa. Il problema può verificarsi anche in età giovanile per svariate cause. Non è raro infatti per una ragazza in piena età adolescenziale recarsi da un medico a causa di questo problema. Scopriamo insieme le cause. Qualunque sia la causa, il rimedio è alla portata di tutte.

La lubrificazione vaginale avviene tramite irroramento dei vasi sanguigni delle pareti vaginali: al passaggio del sangue, si crea maggiore lubrificante naturale. E’ ciò che avviene per esempio durante un rapporto sessuale. L’eccitamento infatti apporta un maggiore afflusso di sangue e con esso un maggiore apporto di lubrificante intimo. I cambiamenti si possono verificare anche in fase di allattamento, durante la gestazioneo anche in menopausa. In una buona parte dei casi avviene a causa di un calo ormonale di estrogeni. Infatti entrando in menopausa, si producono meno estrogeni con effetti diretti sulla lubrificazione della vagina.

In casi non così sporadici, il problema può manifestarsi a causa di un sapone intimo non idoneo. Usare un sapone con Ph corretto, favorisce una corretta lubrificazione vaginale. Ma anche la somministrazione di nuovi farmaci o di lavande vaginali possono rappresentare un problema.

Secchezza vaginale: i rimedi

La secchezza vaginale comporta fastidi non di poco conto: bruciore quando si fa la pipì, infiammazione cronica, prurito continuo. Niente panico, ecco i rimedi per la secchezza vaginale.

Nel caso di un sapone intimo non adatto, sarà sufficiente sostituirlo per avere effetti immediati. Si noterà un miglioramento sin da subito ed entro pochi giorni sarà tutto ripristinato al meglio. Bisogna assolutamente evitare tutti i prodotti che contengono profumi o lozioni particolari. Lo stesso vale anche per lavande o per farmaci (in questo caso è utile parlarne con il proprio medico).

Nel caso in cui il problema si manifesti durante un rapporto sessuale, può essere di enorme aiuto dedicarsi maggiormente ai preliminari. Infatti in molti casi la mancanza di sufficiente lubrificazione è semplicemente da rimandarsi da una scarsa eccitazione e stimolazione sessuale. Alle donne piace essere coccolate, perché non dedicare quindi qualche minuto in più ai preliminari? Prestare più attenzione ai bisogni fisici della propria partner significa farla sentire più apprezzata e stimolata. La secrezione di lubrificante sarà più abbondante e il rapporto di coppia ne gioverà sicuramente. Nel caso in cui non sia sufficiente, si può sempre ricorrere a lubrificanti e gel specifici. Disponibili online, è possibile acquistarli in totale anonimato in negozi dedicati al piacere femminile. Utilizzare un lubrificante intimo migliora nettamente il rapporto sessuale favorendo il piacere della donna. Sono disponibili lubrificanti vaginali di vario genere, alcuni sono ideali addirittura anche per il rapporto anale che appunto, vista la natura del rapporto, è del tutto privo di lubrificazione naturale. In genere si può optare per un lubrificante a base acquosa: non macchiano e non ungono, sono quindi molto pratici. Se siete più amanti della natura o se comunque per un motivo o per un altro preferite prodotti naturali al 100% anche quando si parla di sesso e igiene intima, potete comunque affidarvi a prodotti bio e vegani composti quindi con sostanze naturali e prive di derivati animali (qui sono disponibili quelli realizzati con ingredienti naturali). Sconsigliamo caldamente di usare prodotti a base oleosa come un classico olio da massaggio o della vasellina perché del tutto incompatibili con il lattice dei preservativi. In altre parole, usando un olio o un grasso si andrebbe a danneggiare il profilattico rendendolo completamente inutile durante una penetrazione.

Se il problema della secchezza si presenta anche al di fuori dei rapporti sessuali, sarà il caso di consultare un medico o anche la stessa ginecologa. Il più delle volte verrà prescritta solo una crema di base da applicare localmente ogni sera per qualche settimana. Probabilmente questa è la cura meno invasiva. In altri casi per aumentare l’idratazione delle mucose, sarà necessario aumentare gli ormoni femminili nel corpo assumendo estrogenicon farmaci appositi. Si tratta di cure leggere che possono essere prescritte anche dal proprio medico, ma che vanno comunque fatte per eliminare il problema definitivamente. Come dicevamo all’inizio infatti, spesso il problema è da ricondurre a cause ormonali e solo ripristinandone il giusto livello nel corpo si potrà risolvere la cosa.

Per conoscere le cause del proprio fastidio intimo, è necessario parlarne con il medico. Solo così, una volta identificata la causa, se ne può trovare la cura. Se dovesse essere il caso, sarà premura del medico richiedervi anche delle analisi delle urine per meglio identificare la causa. Questa è una procedura che viene adottata soprattutto quando si avvertono dolori alle vie urinarie quando si fa pipì.