CBD: il cannabidiolo benefici ed effetti

Scopriamo il CBD: cos’è, benefici, controindicazioni, effetti e prodotti a base di cannabidiolo

Il CBD è un cannabinoide, una sostanza naturalmente presente nelle piante di canapa. La Cannabis contiene centinaia di composti e decine di cannabinoidi. Il più conosciuto fra tutti e il più controverso è ovviamente il THC, per gli effetti psicoattivi che ha sul sistema nervoso.

Privo di questi effetti, e quindi non considerato sostanza stupefacente, è invece il CBD, chiamato anche cannabidiolo. Grazie alle numerose proprietà terapeutiche proprio quest’ultimo sta prendendo sempre più piede. Molti stati in Europa e nel mondo infatti stanno legalizzando la Cannabis ad uso terapeutico, aprendo la strada a prodotti a base di CBD. Come integratore alimentare lo troviamo ad esempio sotto forma di olio di CBD, disponibile in concentrazioni al 2,5%, medie al 4% e forti al 10%, o in cristalli di CBD.

Benefici CBD: dal trattamento del dolore all’acne

I molteplici benefici del CBD sono stati individuati in alcuni recenti studi. Nonostante i dati facciano ben sperare, c’è ancora molto da scoprire e l’argomento continua ad essere dibattuto per la facilità con cui purtroppo si associa il cannabidiolo al THC e di conseguenza ad un sostanza stupefacente.

In realtà, il CBD non ha effetti stimolanti e non incide sull’umore. Il suo ruolo invece è sempre più importante nel trattamento di patologie fisiche e mentali.

Recenti studi hanno dimostrato infatti le sue proprietà rilassanti e terapeutiche. Alcune ricerche sugli animali hanno poi evidenziato una capacità del CBD di ridurre il dolore e le infiammazioni. Questo lo renderebbe un alleato ad esempio nelle terapie per il dolore cronico. Alcune conferme sarebbero state fornite anche da chi utilizza a scopo terapeutico la Cannabis associata agli integratori alimentari a base di CBD.

Ma non solo. Negli ultimi anni il CBD si è fatto notare per i suoi benefici su alcune forme d’ansia, come quelle da stress post traumatico (DPTS) e nei disturbi ossessivo compulsivi (DOC), nonché nel limitare le convulsioni in alcune forme di epilessia. Proprio in questo campo l’uso del cannabidiolo sta facendo la differenza anche in soggetti molto giovani.

Il CBD ha un ruolo importante anche come antiemetico, in grado cioè di ridurre nausea e vomito. Questo aspetto è particolarmente utile ai pazienti oncologici impegnati nella lotta contro i tumori. Inoltre, fra i benefici di tutti i giorni è stata riscontrata una capacità di questo cannabinoide di ridurre l’acne, in quanto l’olio di CBD agisce come regolatore nella produzione di sebo. In tutti i casi il suo ruolo non è di alternativa alla medicina convenzionale, ma può affiancarla. Per questo motivo è sempre importante il parere del proprio medico.

 

Effetti CBD a confronto

E’ fondamentale ribadirlo: il CBD, a differenze del THC, non ha effetti stimolanti. Anzi, la sua azione sedativa e rilassante compensa gli effetti psicoattivi della cannabis, riducendo l’ansia, la tachicardia e i tremori che spesso il THC ad alte concentrazioni può scatenare. Quindi il giusto mix di THC e cannabidiolo è di supporto per chi assume un alto dosaggio di THC, riducendo gli effetti collaterali e psicotropi della sostanza psicoattiva. In più, l’effetto del cannabidiolo è molto valido nei confronti di schizofrenia e disturbi bipolari.

Alcuni studi poi hanno dimostrato come, nonostante sia un calmante, fra gli effetti positivi del CBD vi sia anche un’azione energizzante e di recupero delle forze. Altri puntano invece sulle elevate proprietà antiossidanti (più delle tanto acclamate vitamina E e C) e sull’azione anti radicali liberi. La sua funzione analgesica rimane comunque una delle più apprezzate.

CBD controindicazioni?

Una delle domande più ricorrenti fra chi vuole assumere CBD riguarda le controindicazioni. La buona notizia è che il cannabidiolo è considerato una sostanza sicura e ben tollerata. Fra i pochissimi effetti collaterali e di natura minore, ma pur sempre da sapere, vi sono sonnolenza, sensazione di stordimento (facilmente risolvibile con un caffè), e bocca asciutta.

Ancora dibattuto è l’utilizzo del CBD nella malattia di Parkinson. Nonostante sia ben tollerato, potrebbe peggiorare il tremore. Anche in questo caso è meglio confrontarsi con il proprio medico, così come durante l’assunzione di farmaci per la pressione sanguigna. Infatti il CBD appena assunto potrebbe abbassare la pressione. Un altro effetto indesiderato potrebbe riguardare l’inibizione del metabolismo epatico.

Dove e come acquistare prodotti CBD

Al giorno d’oggi sul mercato esistono molti prodotti a base di CBD. E’ possibile acquistarli facilmente sia nelle nelle farmacie tradizionali che online, negli store specializzati in prodotti farmaceutici con spedizione a casa. L’aspetto molto positivo è che per acquistare l’olio o i cristalli di CBD non serve nessuna ricetta medica e questi prodotti sono legali in quasi tutti i paesi Europei. 

Quando si decide di acquistare olio di CBD o i cristalli però è sempre importante affidarsi ad aziende specializzate e laboratori farmaceutici che possano garantire una elevata qualità di produzione della Cannabis, meglio su terreni biologici certificati. Ogni passaggio del processo, dalla semina fino al prodotto finito, è infatti fondamentale per avere la certezza che l’olio o i cristalli CBD derivino dai migliori raccolti, senza che alla pianta vengano richieste performance superiori a quelle naturali. Meglio affidarsi poi a prodotti realizzati da laboratori con certificazione GMP per la produzione (Norme di Buona Fabbricazione).

Purtroppo molti produttori e laboratori non certificati, durante l’estrazione, utilizzano solventi che lasciano residui alle volte anche tossici. Ma non è finita. Molto spesso i prodotti a base di CBD non certificati potrebbero contenere anche pesticidi e metalli pesanti, erbicidi, muffe e sostanze chimiche prodotte dai funghi, come le micotossine. Di sicuro niente di buono per la salute e il benessere! Il consiglio quindi quando si acquistano prodotti di questo tipo è di scegliere sempre Olio di CBD, compresse, pomate, smart liquid e cristalli CDB certificati, purificati e di qualità, per essere tranquilli di portare a casa ed utilizzare prodotti legali e realizzati da aziende in regola.